Tracciati definitivi e informazioni importanti


GR98

Tracciato definitivo GR98 (clicca qui per scaricare il file GPX)

Il tracciato della GR98 originale ha subito alcune modifiche, dovute in parte agli schianti di novembre, in parte alle ultime nevicate che hanno causato ulteriori schianti, e in parte alla scelta di un comune del bellunese dove dovevamo passare, che ha bloccato il passaggio sui sentieri del proprio territorio. Questo ci ha costretto a ripensare più volte il tracciato, fino a qualche giorno fa.
La distanza e il dislivello totale restano praticamente invariati, come anche i 5 punti della gara. La distanza sarà di 96.9km, mentre il dislivello diventa di 6000mD+
Variazioni:
– Tratto da Malga Barbaria (km24) a Malga Mariech (km29): il percorso va verso la valbelluna per tornare poi indietro verso malga Mariech. Il ritorno indietro sarà sulla cresta del monte Cesen, perchè il sentiero precedente (nel bosco) è devastato dagli schianti

– Tratto dal km 33 fino al km 43 circa ( qualche km dopo il rifugio Posa Puner): il percorso originale restava sempre su sentiero nel bosco, ora impraticabile in molti punti. Il nuovo percorso resta sulla strada forestale, che corre parallela al sentiero. Km e dislivello restano gli stessi. Fate attenzione alla balisatura, che è meno fitta rispetto al sentiero (balise e/o bandierine notturne ogni 200/300m circa), ma non potete sbagliare. Nei pochi bivi presenti, la tracciatura è chiara. Non lasciate la strada, tranne che dal km 34.8 al km 35.8 che sarà ancora sentiero (scollinamento per raggiungere Malga Mont, segnato chiaramente).

– Tratto dopo la base vita del San Boldo, fino al monte Cimone: cambiato, anche qui per sentieri impraticabili. Seguite la balisatura.

– Tratto tra il ristoro di Pian dele Femene (km 70) e Malga Cor (km 74): non si scende più a sinistra del ristoro verso il bellunese, per decisione comunale. Andrete dritti verso il Visentin, seguendo le creste.

– Tratto dopo il rifugio Bristot (km 80): scenderete fino al piazzale del Nevegal. Questo per recuperare il dislivello e la distanza persa in precedenza.

Cancello orario del Col Visentin: era alle ore 19:00. Lo abbiamo spostato alle 18:30 perchè arriverete lì con meno km sulle gambe, e ne avrete qualcosa in più dopo. Il tempo massimo finale rimane invariato.




GR49


Tracciato definitivo GR49 (clicca qui per scaricare il file GPX)

Anche il tracciato della GR49 originale ha subito alcune modifiche, per gli stessi motivi della GR98. Qui km e dislivello sono cambiati, saranno 44.5km invece che 49, e 2800mD+ invece che 3000mD+.  In particolare, farete uno strano andata-ritorno Malga Cor – Pian dele Femene – Malga Cor, per seguire poi lo stesso tracciato della GR98. Seguite la balisatura, è chiara e ben visibile.




GR26


Tracciato definitivo GR26 (clicca qui per scaricare il file GPX)

Il tracciato della GR26 è l’unico ad essere rimasto invariato.



SICUREZZA

Sul nostro sito trovate la lista del materiale obbligatorio(qui). Senza, non partite. Ci rendiamo conto che per una 26km può sembrare troppo. Sappiamo bene (alcuni di noi anche per esperienza personale) che chi corre una 100km si conosce bene e ha tanta esperienza di tutte le diverse situazioni meteo che può incontrare, mentre chi si trova più a suo agio nelle gare corte rischia di sottovalutare i cambiamenti del clima. Memori delle passate edizioni, e consapevoli di cosa potete trovare il cima al Col Visentin, riteniamo giustificata la nostra scelta. La sicurezza prima di tutto, in momenti meteorologicamente pazzi come questi.

Vi chiediamo la massima attenzione nei tratti di discesa, quando sarete più stanchi. I percorsi del Gran Raid sono mediamente corribili, non ci sono tratti pericolosi. Le condizioni atmosferiche però impongono un’attenzione maggiore: non dimenticate mai che state correndo in montagna.

GR98: fate attenzione al tratto che trovate qualche centinaio di metri dopo Malga Mariech (km 30 circa). Superato il tratto in discesa che fiancheggia uno steccato col filo spinato, vi trovate a percorrere uno stretto sentiero sul fianco della montagna. Se non si sono sciolti, dovrete superare due ammassi di neve, che nascondono la traccia. Fate molta attenzione, la montagna è molto ripida in quei punti, non scivolate. Fate molta molta attenzione, oltretutto è notte.